Chi siamo?

Chi siamo?

Veniamo dai quattro angoli d'Europa. Abbiamo iniziato come un gruppo di amic–∑*, poi amic–∑ di amic–∑ che si incontrano settimanalmente per discutere le nostre visioni.
Stiamo cercando di costruire una comunità intenzionale che partecipi, scambi e contribuisca all'ambiente locale.

Quest'anno

Abbiamo iniziato l'anno 2021 vivendo insieme nel nord Italia, in un casale di propriet√† del padre di una persona del gruppo, che lo ha prestato a Magari come base. Trascorrere del tempo qui ha confermato la necessit√† di instaurare una relazione orizzontale nei confronti del luogo in cui viviamo, per esempio essere collettivamente proprietar–∑ del luogo, in modo da sostenere dinamiche di gruppo orizzontali. Con l'arrivo dell'estate, ci prenderemo del tempo per esplorare delle comunit√† esistenti ed imparare dalle loro esperienze. Nel frattempo, continuiamo a cercare luoghi dove il gruppo possa mettere radice, e siamo felici di incontrare nuove persone che vogliono unirsi a Magari. Al momento, alcune opportunit√†, ancora da valutare meglio, ci stanno portando verso il sud Italia. Tuttavia, restiamo apert–∑ ad altre regioni e paesi, a seconda anche delle persone che si uniranno a noi nei prossimi tempi. Vediamo cosa ci offre il tempo. ūüĆą

Ogni lunedì sera alle 19:00 da un anno ormai, abbiamo delle chiamate online per tenerci in contatto, organizzare e accogliere nuove persone interessate ad avere un primo contatto con noi. Se sei interessatз ad unirtvi, mandaci una mail.

La visione pi√Ļ generale

Crediamo che la comunicazione sia al centro. Fiducia tra le persone, le relazioni, una visione condivisa. Ecco alcuni punti chiave su cui siamo d'accordo:

  • Preferire la comunicazione alle regole. Costruire una cultura della comunicazione che aiuti a soddisfare i bisogni di tutt–∑. Uno degli strumenti che vogliamo esplorare per vivere pi√Ļ armoniosamente √® la comunicazione non violenta (CNV)
  • A lungo termine, puntiamo a creare una grande comunit√† (>100 persone - sia che vivano nello stesso posto o che siano sparse in diversi siti a portata di bicicletta) per creare uno spazio vitale che si evolva con chi lo compone. Avere pi√Ļ persone permette allo stesso tempo il rinnovamento e la stabilit√† della comunit√†. Cerchiamo anche la diversit√† e l'intergenerazionalit√†.
  • Vorremmo essere parte di una rete di comunit√†, resistenze e attivit√† su scala locale e pi√Ļ ampia.
  • Siamo consapevol–∑ degli squilibri di potere legati alla propriet√†, quindi stiamo esplorando modi per far s√¨ che il luogo sia di propriet√† della comunit√†, piuttosto che di singole persone.
  • Creare strumenti di governance collettiva, modelli di finanze condivise e disposizioni degli spazi di vita, al fine di migliorare la vita comune, la condivisione delle risorse e l'organizzazione collettiva.
  • Apprendere a livello collettivo e individuale, acquisire, costruire e condividere la conoscenza.
  • Mirare a ridurre i nostri input "dal mercato", ripensando i nostri bisogni, producendo le cose di cui abbiamo bisogno e aiutando a sviluppare reti locali e solidali.
  • Concentrarsi sul recupero delle cose di cui abbiamo bisogno, nella misura in cui non siamo in grado di produrle o ottenerle localmente. Sviluppare circuiti di riciclaggio e riutilizzo low-tech di materiali, oggetti e alimenti disponibili.
  • Avere una diversit√† di attivit√†: agricoltura e produzione alimentare, costruzione, attivit√† sociali...
  • Prendere parte alla vita locale della regione in cui viviamo (esempi: scuole, coltivare e condividere cibo locale, attivit√† culturali...) per impegnarsi con i bisogni delle comunit√† locali.
  • Lavorare sull'inclusione, costruire la solidariet√† con i gruppi emarginati.
  • Applicare l'etica della permacultura: curare il benessere dell'ambiente, curare il benessere del–∑ altr–∑ e condividere il surplus, permettendoci di essere interdipendent«Ě, di assumerci la responsabilit√† di noi stess«Ě e del nostro posto nel mondo.
  • Siamo consapevol–∑ che si dovranno fare compromessi in tutti questi aspetti per mantenere le energie da dedicare ad azioni esterne, in sostegno alla solidariet√† e alle varie lotte sociali in corso.

L'integrazione delle visioni individuali in una visione comune √® un processo continuo. I punti precedenti sono l'inizio di una visione da sviluppare ulteriormente, probabilmente all'infinito, e con VOI. ūüßł

*Cerchiamo di appropriarci di un linguaggio neutro, quelli che trovate non sono errori di ortografia ma una scelta volontaria. Per piu informazioni si può consultare questa pagina.